Sign In

Blog

I nostri articoli
Massaggio linfodrenante: tutto quello che c’è da sapere

Massaggio linfodrenante: tutto quello che c’è da sapere

Il massaggio linfodrenante è una soluzione a tutto tondo: ti aiuta quando hai le gambe gonfie in gravidanza, ti permette di combattere la cellulite e persino di tonificare le gambe!

Il massaggio linfodrenante è perfetto per risolvere numerosi problemi, soprattutto adesso che si avvicina l’estate, con la prova costume ad attenderti al varco! Eppure, il linfodrenaggio è una pratica ideale per combattere anche problemi più seri, come ad esempio l’eccesso di cellulite e le gambe gonfie in gravidanza. Ma di cosa si tratta, e perché è così utile?

Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere sul massaggio linfodrenante!

Massaggio linfodrenante: cos’è?

Innanzitutto è bene che tu sappia che il massaggio linfodrenante è una sorta di via di mezzo fra un trattamento estetico ed una soluzione medica: il motivo è dovuto al fatto che, pur trattandosi in apparenza di un banale massaggio, il linfodrenaggio ha alla base una serie di teorie scientifiche condivise dai maggiori esperti. Questa tipologia di massaggio, infatti, interviene direttamente sui vasi linfatici cercando di ristabilire il normale flusso di liquidi nel tuo corpo, allo scopo di rimuovere non solo i gonfiori, ma anche edemi ed altre problematiche molto delicate.

Come funziona il massaggio linfodrenante?

Il funzionamento del massaggio linfodrenante è in apparenza molto semplice, dato che nell’aspetto si presenta come un massaggio dolce e delicato, fatto di una pressione quasi assente e scandito da ritmi e movimenti molto rilassanti: ed è per questo che, a torto, viene spesso considerato un banale trattamento estetico dalla durata di un’ora circa.

In realtà, durante quel lasso di tempo, un professionista del linfodrenaggio stimola il flusso della linfa che, al contrario del sangue, non si muove in direzione del cuore ma tende ad accumularsi nei vasi linfatici, muovendosi soprattutto in base alla stimolazione data dai muscoli. Ed ecco perché il massaggio linfodrenante parte dal collo per poi spostarsi lungo direzioni molto precise.

A cosa serve il massaggio linfodrenante?

Ad un occhio poco attento, i movimenti delle mani lungo il corpo potrebbero sembrare casuali: invece il massaggio linfodrenante si basa su un percorso particolarmente preciso delle mani, dato che lo scopo è direzionare la linfa verso alcune zone del corpo specifiche – dette nodi – che hanno la funzione di purificare la linfa dai batteri.

Quali sono i benefici del linfodrenaggio?

I vantaggi derivanti dal massaggio linfodrenante sono davvero parecchi: questa pratica può essere infatti utilizzata per combattere le forme blande di cellulite, per sgonfiare i piedi, per alleviare i problemi derivanti dalle gambe gonfie in gravidanza, e persino per velocizzare il processo di cicatrizzazione in seguito a incidenti o a operazioni chirurgiche.

Inoltre, questo tipo di massaggio è anche particolarmente consigliato per combattere le infiammazioni della cute, spesso dovute alla presenza di batteri e di impurità all’interno della linfa: una condizione che può portare la pelle a soffrire di acne o di altri problemi cutanei quali la couperose. Infine, una doverosa precisazione: pur essendo possibile effettuare un massaggio auto-drenante, il nostro consiglio è di rivolgerti sempre ad un professionista!

Ti potrebbe interessare i seguenti articoli:

seduta di massaggio ayurvedico
I benefici del Massaggio Ayurvedico
Rassodare i glutei e le cosce
Rassodare i glutei e le cosce
drenare i liquidi dalle gambe
drenare i liquidi dalle gambe
I benefici del massaggio Shiatsu
I benefici del massaggio Shiatsu

 

Related Posts

Lascia un commento