Come pulire le pentole con metodi naturali, le soluzioni

Come pulire le pentole con metodi naturali

Gli arnesi di cucina si usano e si sporcano. Certo, le pentole moderne sono molto più facili da pulire. L’acciaio inossidabile ha sostituito da tempo il rame e l’alluminio. Il fondo delle padelle di ferro viene realizzato con un materiale inattaccabile che, fino a quando non si graffia, si pulisce con un fazzoletto.

Ma quando il cibo ristagna, o qualche alimento sporca profondamente le tue pentole con unto, incrostazioni e macchie, allora devi intervenire in maniera radicale. E comunque devi pulire le pentole con acqua e detersivo dopo qualsiasi utilizzo. Ma se volessi rinunciare al detersivo? Esistono sistemi alternativi?  Vediamo come pulire le pentole con metodi naturali.

Come pulire le pentole con metodi naturali: limone e aceto

Se hai usato la pentola per cuocere un piatto di spaghetti, quello che rimane è solo un po’ di amido sulle pareti. Generalmente per pulirla usi il detersivo per i piatti. Ma puoi sostituirlo con un detersivo casalingo a base di limone e aceto. Vediamo come si prepara.

Devi bollire due chili di limoni in un litro d’acqua. Controlla con la forchetta la cottura. Appena sono abbastanza morbidi tagliali a pezzetti. A questo punto devi frullarli e setacciarli in modo da ottenere una pappetta semiliquida.

Metti tutto dentro un pentolino. Aggiungi acqua in pari quantità, un cucchiaino di sale e un bicchiere di aceto. Scalda e fai bollire per cinque minuti mescolando perché non si attacchi. Alla fine aspetta che si freddi e mescola con un frullino per la panna. Il sapone è pronto per l’uso.

Come pulire le pentole bruciate con metodi naturali

Come pulire le pentole con metodi naturali se si sono bruciate le incrostazioni? La soluzione migliore in questi casi è usare aceto e bicarbonato. Questa mistura infatti ti aiuterà ad ammorbidire la crosta della bruciatura. E alla fine ti basterà passarci sopra la spugna abrasiva. Ma vediamo esattamente cosa fare.

Metti sul fuoco la pentola riempendola d’acqua fino a coprire il fondo bruciato. Aggiungi un bicchiere di aceto di vino. Fai bollire un paio di minuti per bene. Poi spegni e aggiungi un cucchiaio di bicarbonato di sodio. Lascia che reagisca per un po’.

Bicarbonato e aceto: utilizzi

Bicarbonato e aceto: utilizzi

Quando smette di sfrigolare togli il composto con una spugna assorbente e strofina con la parte abrasiva. Dopo che avrai rimosso la prima parte della bruciatura metti altro bicarbonato e torna a strofinare.

Come pulire le pentole con i metodi della nonna

Come pulire le pentole con metodi naturali? Le nostre nonne lo sapevano bene. Infatti basta un po’ di cenere per ottenere un sapone eccezionale. Ed ecco come farlo. Prendi una pentola e mescola della cenere, che avrai preventivamente setacciato, per 1/5 contro 4/5 di acqua.

Fai bollire la mistura a fuoco lento per 90 minuti. Lascia riposare tutta la notte. L’indomani filtra il contenuto con un telo o della carta per farmacisti. Conserva ambedue i prodotti della separazione, sia il liquido che la pasta, in due contenitori diversi.

La parte liquida è la liscivia, e la puoi aggiungere all’acqua dell’ammollo per ammorbidire le incrostazioni. La parte solida, meglio conosciuta come pasta di cenere, puoi utilizzarla per strofinare lo sporco resistente con una spugnetta d’acciaio.

Ti potrebbero interessare i seguenti articoli:

come pulire il forno conbicarbonato, aceto, sale e limone

come pulire il forno con bicarbonato, aceto, sale e limone

Come pulire l’acciaio rimedi fai da te

Come pulire l’acciaio rimedi fai da te

come pulire il marmo

come pulire il marmo

consigli per pulire casa prima delle feste

consigli per pulire la casa in preparazione del Natale

Come lavare i muri di casa in modo economico

come pulire le pareti e lavare i muri di casa, per far tornare a brillare il tuo appartamento? Scopriamo insieme quali sono i metodi più economici

 

 

eVicus 2013-2018 All rights reserved / Aziende Canton Ticino,Svizzera, prezzi, costi e coupon gratis