Camminare in montagna con il cane: i nostri consigli

in montagna con il cane

Per chi possiede un cane, andare a camminare in montagna con il cane, è senza ombra di dubbio una delle esperienze più appaganti che ci siano, e non solo per noi ma anche per il nostro amico a quattro zampe.

Soprattutto se si tratta di un cane che conduce una vita sedentaria, però, bisogna avere delle accortezze per evitare che la passeggiata si trasformi in una esperienza negativa, e anche per evitare cedimenti a metà strada, che vi costringerebbero a portare a braccio il cane fino a casa.

Portare sempre appresso libretto sanitario del cane

Prima di tutto iniziamo con il dire che è fondamentale, quando andare in montagna con il cane, portare con voi il libretto sanitario del cane, dal quale risulti che lo stesso è in regola con le vaccinazioni. Nel caso dovesse succedere qualsiasi evenienza negativa durante il viaggio, infatti, chi si troverà a prestare assistenza all’animale vi chiederà informazioni riguardo le vaccinazioni ed eventuali patologie di cui soffre il cane, risposte che saranno certificate e dettagliate appunto nel libretto di vaccinazioni.

Attenzione ai bruschi aumenti di quota

Generalmente, un cane che non soffre di patologie particolari potrà tranquillamente essere portato in montagna a qualsiasi quota. Infatti, se il cane non è affetto da insufficienza polmonare o cardio circolatoria non avrà alcun problema a scalare le montagne, ma, si deve evitare bruschi aumenti di quota, come quelli dovuti alle funicolari o alle cabinovie. Infatti, è molto importante rispettare l’acclimatamento dell’animale ed evitargli shock così come, durante la passeggiata, si deve monitorare lo stato di salute dell’animale e in caso di respiro affannoso, anche quando a riposo, affaticamento e abbattimento dell’animale, disappetenza, gonfiore del ventre o tosse frequente si deve interrompere la passeggiata.

pubblicità-evicusTutti questi, infatti, sono sintomi di insufficienza cardiaca e potrebbero portare alla morte l’animale nel quale si continuasse il proprio percorso, ignorandoli. Chiaramente, se già a riposo, a casa, o nelle piccole passeggiate preparatorie il cane darà segno di questi sintomi è bene non portarlo in montagna, e rivolgersi direttamente a un medico.

Preparazione fisica

Come noi umani, infatti, anche il cane, particolarmente se vive in appartamento, avrà bisogno di una preparazione fisica prima di andare a passeggiare in montagna: niente di sconvolgente, sia chiaro, tuttavia, quando andate a passeggiare in città, portatelo con voi, e magari, nelle due settimane antecedenti alla camminata in montagna, iniziate a portarlo a passeggiare con voi almeno mezzoretta al giorno, in modo che riacquisti parte della prestanza fisica e possa affrontare la passeggiata in montagna in modo preparato.

Dosare l’acqua per non riempire lo stomaco

Ricordate che, durante la passeggiata, sarà necessario fornire acqua al vostro animale: quanta acqua? Questa non dovrebbe mai mancare, tenendo però a mente che in situazioni normali il fabbisogno idrico del cane è di circa 60 ml di acqua al giorno. Chiaramente in estate, camminando, l’animale avrà bisogno di una maggiore quantità di acqua che però non va data tutta in un momento, altrimenti rischiereste che il cane si riempia lo stomaco di acqua e poi la rigurgiti, al posto di assimilarla.

Prendete l’abitudine, quando camminate con il cane, di fermarvi almeno ogni ora e dargli, un poca di acqua. Questa pausa ogni ora sarà anche un buon momento per far riposare il vostro cane.

I cani hanno una digestione lenta

A differenza dell’acqua, il cibo non va dato al cane durante la passeggiata: se la camminata in montagna dura meno di 12 ore è meglio evitare di alimentare il cane durante la stessa, fornendogli solo acqua. Chiaramente il cane dovrà essere alimentato prima della passeggiata, e considerando che i cani hanno una digestione lenta, date loro da mangiare almeno 4 ore prima di iniziare la camminata. In questo modo il cane non avrà blocchi digestivi e tantomeno rigurgiterà il cibo. Quel cibo sarà sufficiente per fornirgli energie durante la camminata.

Al termine della passeggiata, non date subito da mangiare al cane: aspettate questo si riposi un poco e cessi l’affanno dovuto all’esercizio fisico. Alla sera, dunque, e a riposo, date nuovamente da mangiare al vostro cane, non cambiando alimenti rispetto quelli che quotidianamente gli fornite.

Cosa portare con sé nel momento in cui andate a passeggiare con il cane?

Ebbene, oltre al libretto delle vaccinazioni, di cui abbiamo già parlato, portate con voi i farmaci necessari per il cane, qualora questo sia ammalato, e chiedete al vostro veterinario di fornirvi il suo numero per le emergenze. Ancora, portate con voi un guinzaglio extra – casomai dovesse rompersi quello in uso –, un kit per il pronto soccorso, una ciotola, una torcia elettrica e il materiale per la pulizia del caso.

Preparate l’animale tagliando le unghie dello stesso, in modo che queste non si spezzino o non gli arrechino danno durante la passeggiata, e tagliate il pelo del cane nelle zampe, in prossimità delle unghie. Eviterete così che rami e spine possano fermarsi nell’accumulo di pelo. Le zampe, del resto sono il punto più delicato del nostro cane, il vero tallone d’achille, e che dovrete monitorare durante tutta la passeggiata.

In inverno proteggere il cane per ridurre i danni

Nel caso vi trovaste ad andare a passeggiare in alta quota, dove vi è presenza di neve o ghiaccio, infine, portate con voi apposite creme protettive da applicare alle zampe del cane, per evitare il congelamento o ridurre i danni dovuti al freddo. È anche possibile munirsi di appositi stivaletti, da far indossare al cane, ma in questo caso l’animale deve essere abituato all’uso degli stessi.

Ti potrebbe interessare il seguente aritcolo:

portare fuori il cane anche quando piove

I principali vantaggi di portare fuori il cane anche quando piove

mal di macchina del cane

mal di macchina del cane

Cosa portare in montagna i nostri consigli utili

Cosa portare in montagna i nostri consigli utili

Il mio cane beve tanto

Il mio cane beve tanto

casa fare punture d'insetti cane

Cosa fare in caso di punture d’insetti nel cane

eVicus 2013-2017 All rights reserved / Aziende Canton Ticino,Svizzera, prezzi, costi e coupon gratis